TUSA Ospedale Monte di Pietà - Ospedali d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

TUSA Ospedale Monte di Pietà

Ospedali Isole maggiori > Regione Sicilia > Provincia Messina > Messina provincia

La scheda deriva integralmente dal testo  “Ospedalità antica in Sicilia” del Prof. Mario Alberghina dell’Università di Catania che ben vent’anni fa ha svolto una ricerca su tutti gli Ospedali siciliani. Da noi contattato non ha esitato, oltre a farci dono del testo, a darci la completa disponibilità ad attingere al volume riportandone fedelmente i contenuti.
Vogliamo aggiungere che, fino ad ora, a parte la nostra iniziativa di raccogliere la storia degli ospedali italiani, il volume del Prof. Alberghina è unico nel suo genere.


Fuori paese esiste una “contrada Ospedale”.
La floridezza economica della città è testimoniata dalla presenza in quest'epoca di sette banche notarili. Il Monte di Pietà venne istituito nel 1630 e rimase attivo fino alla seconda metà del Settecento. Il Monte, che aveva la sua sede nella chiesa della Ss. Trinità, sosteneva finanziariamente anche un ospedale cittadino che assicurava la degenza gratuita agli ammalati privi di mezzi ed accoglieva i bambini abbandonati.
Ai margini del paese verso il mare, il convento dei Frati Minori conventuali di San Francesco (chiuso nel 1806 per lo scarso numero dei Frati Cappuccini) nel 1874, passato al demanio, venne trasformato in ospedale. Da qualche anno ristrutturato, è stato riconsegnato ad una comunità di monache francescane.
All’uscita del paese, presso la chiesa di Sant’Antonio (1645) nella contrada di Santa Maria di Gesù è esistito fino agli anni ’50 un presidio ospedaliero, supportato anche dalla beneficenza sacerdotale


 
Dal passato al futuro... un viaggio nel tempo dei templi della salute
Torna ai contenuti | Torna al menu