CATANIA Ospedale A.R.N.A.S. Garibaldi - Ospedali d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

CATANIA Ospedale A.R.N.A.S. Garibaldi

Ospedali Isole maggiori > Regione Sicilia > Catania città

Alcune informazioni di questa scheda provengono dal sito pubblico dell'AO Garibaldi mentre altre da Wikipedia che, ci teniamo a sottolineare, non dà garanzie sulla validità dei contenuti

http://www.ao-garibaldi.catania.it/la-struttura/

https://it.wikipedia.org/wiki/Azienda_Ospedaliera_di_Rilievo_Nazionale_e_di_Alta_Specializzazione_Garibaldi


L'ospedale fu fondato a Catania nel 1848 per volontà di Francesco Paternò Castello, VII duca di Carcaci,, come Albergo dei poveri accattoni di ambo i sessi, nel periodo dei moti rivoluzionari anti-borbonici. Inizialmente i locali erano situati nell'allora contrada Fossa dell'Arancio, per poi essere trasferiti nel 1856 nell'Eremo della Mecca, che sorgeva proprio ad ovest dell'odierna piazza Santa Maria di Gesù. Amministrato da una deputazione presieduta dal medesimo Duca di Carcaci, il pio albergo una volta ingranditosi, ospitò tra i 200 e i 300 poveri, che mantenne e curò (per questo era chiamato anche "Albergo dei Poveri"). Si sosteneva grazie a contributi volontari di gente facoltosa e di case religiose, e contribuì a far sparire il problema dell'accattonaggio a Catania.
Nel 1883 la struttura passò sotto la gestione del Comune di Catania, assumendo la denominazione di Ospedale Giuseppe Garibaldi, in memoria del condottiero e patriota nizzardo; nel 1901, a seguito di un regolamento organico approvato dal Consiglio comunale, le funzioni della struttura consistevano nella pratica medico-chirurgica, e nel ricovero dei poveri di ambo i sessi, di inabili al lavoro, di ragazze povere ed orfane, di bambini abbandonati, di dementi temporaneamente in osservazione, di soggetti sospetti di demenza. Divenne ospedale municipale nel 1923, essendo passato completamente sotto la gestione dell'Ente comunale.
Nel 1955 la Giunta comunale istituì un reparto di geriatria negli spaziosi locali di Nesima, cui seguì il trasferimento degli anziani e dei malati cronici. Divenuto ente ospedaliero autonomo nel 1970 e inquadrato nell'Unità Sanitaria Locale n. 34 a seguito della promulgazione della legge n. 883/1978, assieme agli altri ospedali catanesi "San Luigi Gonzaga-Santi Currò" e "Maurizio Ascoli-Salvatore Tomaselli", nel 1983 confluì in un nuovo ente sanitario denominato Azienda Ospedaliera G. Garibaldi - S. Luigi Gonzaga - S. Currò - M. Ascoli - S. Tomaselli. Tra gli anni settanta e ottanta il presidio ospedaliero subì nuovi interventi con la realizzazione di nuovi padiglioni che ospitarono i reparti malattie infettive e quello di pediatria.
Nel 1993 l'azienda sanitaria assume la denominazione Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione "G. Garibaldi - S. Luigi Gonzaga - S. Currò - M. Ascoli - S. Tomaselli"; a seguito della dismissione dell'ex ospedale "M. Ascoli - S. Tomaselli". Nel 2004 viene aperto il nuovo presidio "Garibaldi - Nesima", dove vengono trasferiti numerosi reparti, venendo completato definitivamente nel 2006. Nel 2009, a seguito della riforma sanitaria attuata dalla Regione Sicilia con la legge regionale n.5/2009, la struttura assume l'attuale denominazione.
Nel 2013 l'ARNAS Garibaldi ha ottenuto l'attestato di Certificazione di Qualità del Processo di Produzione e Gestione della Terapia Antitumorale; nel 2017 presso i locali del "Garibaldi Nesima" viene inaugurato il centro per la procreazione medicalmente assistita.

 
Dal passato al futuro... un viaggio nel tempo dei templi della salute
Torna ai contenuti | Torna al menu