PALMI Ospedale civile Prof. Pentimalli - Ospedali d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

PALMI Ospedale civile Prof. Pentimalli

Ospedali Sud > Regione Calabria > Reggio Calabria e provincia

Di questo ospedale, nel Web, abbiamo trovato solo il link di Wikipedia che, ci teniamo a sottolineare, non dà garanzie sulla validità dei contenuti
Il progetto è ospitato dalla Wikimedia Foundation, che non può essere ritenuta responsabile di eventuali errori contenuti nel sito.
Ogni contributore è responsabile dei propri inserimenti.


https://it.wikipedia.org/wiki/Ospedale_civile_Francesco_Pentimalli


Fin dal 1667 a Palmi esiste una struttura ospedaliera, quando vi era un "Ospitio Ecc.mi D.ni Marchionis Arenae", così chiamato poiché avviato grazie al feudatario Andrea Concublet. Successivamente venne chiamato «hospitio publico» oppure «diversorio».
Nel 1888 venne realizzato un ospedale nel rione Spirito Santo mentre a seguito del terremoto del 1908, venne costruito nel rione Ajossa l'ospedale "Regina Margherita", la cui struttura fatiscente è a tutt'oggi esistente in via Luigi Lacquaniti.
Negli anni sessanta venne deliberata la realizzazione del nuovo ospedale cittadino, su progetto dell'architetto Nino Bagalà, con i fondi della Cassa per il Mezzogiorno. La struttura, formata da un complesso edilizio monoblocco sviluppato su cinque piani più un padiglione di isolamento, fu composta da sale operatorie, sale di diagnostica, sale di terapia, un laboratorio di analisi, una farmacia, un poliambulatorio per esterni, un reparto di radiologia, uffici, abitazione del medico di guardia ed una cappella. L'ospedale venne inaugurato il 10 luglio 1969, con i reparti di medicina, chirurgia, ostetricia, ginecologia ed ortopedia, per un totale di 150 posti letto.
Nel 1983 l'ospedale venne dotato di un reparto di rianimazione e due anni dopo, nel 1985, la Regione Calabria finanziò l'acquisto e l'installazione di una camera iperbarica. L'ospedale fu dotato infine, dal 1996, di una camera iperbarica di ultima generazione a 12 posti, per un totale di 170 posti letto.
Nel corso degli anni, con l'apertura di altre strutture ospedaliere in altri centri della zona, l'ospedale Pentimalli perse alcuni servizi fondamentali, portando le varie amministrazioni regionali a segnalarne più volte la chiusura, per gli elevati costi di mantenimento. Per tali motivi, l'ospedale è salito alle cronache nazionali fino a parlarne nei talk show.
Nel 2009 il Piano di rientro della Regione Calabria, per ovviare al deficit sanitario regionale, propose il declassamento dell'ospedale in centro polifunzionale, con la creazione a Palmi di un nuovo ospedale di riferimento nella Piana, con oltre 350 posti letto. Tale trasformazione è avvenuta a fine 2011, con la creazione del centro polifunzionale, con annessi servizi, nel quale ha sede anche il distretto sanitario.
L’ospedale è dedicato a Francesco Pentimalli (1885-1958) patologo laureato a Napoli.

 
Dal passato al futuro... un viaggio nel tempo dei templi della salute
Torna ai contenuti | Torna al menu