MARSALA Ospedale S. Biagio ora Borsellino - Ospedali d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

MARSALA Ospedale S. Biagio ora Borsellino

Ospedali Isole maggiori > Regione Sicilia > Provincia Trapani

La scheda deriva integralmente dal testo  “Ospedalità antica in Sicilia” del Prof. Mario Alberghina dell’Università di Catania che ben vent’anni fa ha svolto una ricerca su tutti gli Ospedali siciliani. Da noi contattato non ha esitato, oltre a farci dono del testo, a darci la completa disponibilità ad attingere al volume riportandone fedelmente i contenuti.
Vogliamo aggiungere che, fino ad ora, a parte la nostra iniziativa di raccogliere la storia degli ospedali italiani, il volume del Prof. Alberghina è unico nel suo genere.


Il più antico ospedale civico, sotto il titolo di San Giacomo Apostolo, così come l’ospedale della Commenda di San Giovanni di Rodi fuori città furono inglobati e governati da un successivo ospedale sito accanto alla chiesa di San Biagio, distrutta e oggi non più esistente a seguito dei bombardamenti dell’ultimo conflitto mondiale. Esso era in un edificio del centro storico abbattuto e riedificato in chiave moderna. Il preesistente palazzo era stato acquistato e riadattato ad ospedale, nell’anno 1563, con i fondi donati dalla famiglia di Bernardino Grignani che nel 1572 donò anche una salina, chiamata della Strabulia, come rendita per il mantenimento degli infermi.
L’atto di fondazione dell’ospedale San Biagio si può leggere nell’Archivio Notarile di Marsala, notaro Giovan Michele Cremona, 1 aprile 1565. La piazza esistente allora era detta piazza Ospedale e la strada in cui l’ospedale risiedeva era detta via Ospedale. Nel 1731 la rendita era di onze 451.25 ed i posti letto ben 70. L’edificio ospedaliero restò in funzione in quella sede fino all’anno 1900. Nel 1901, la struttura fu adibita a biblioteca comunale e gli ammalati trasferiti nel monastero di San Francesco. L’architetto Ernesto Basile, su incarico della famiglia Florio, approntò il progetto per trasformare il monastero in Istituto Assistenziale.
I padiglioni più nuovi sono stati ricavati nell’ampio giardino dell’ex convento. L’ospedale si è insediato in questa sede all’inizio del Novecento, al posto di un insediamento militare quale era diventato il convento dopo il 1866

 
Dal passato al futuro... un viaggio nel tempo dei templi della salute
Torna ai contenuti | Torna al menu