DESENZANO DEL GARDA Ospedale civile - ospedali d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

DESENZANO DEL GARDA Ospedale civile

Ospedali Nord Ovest > Regione Lombardia > Brescia provincia



Ringraziamo la Direzione Generale della ASST Garda che, tramite l'ufficio URP , Marketing e Comunicazione ci ha autorizzato alla pubblicazione dei dati sottoriportati.


https://www.asst-garda.it/azienda/


Nell’anno 2011 il Dott. Gianpaolo Bragantini e la Sig.a Gianna Righettini, all’epoca dipendenti della nostra Azienda, hanno raccolto e rielaborato informazioni relative alla storia dei sei Ospedali che costituivano l’Azienda Ospedaliera di Desenzano del Garda, di cui riportiamo una sintesi.
21 Marzo 1473 – Il Comune di Desenzano elegge un Massaro per governare l’entrata della cappella dei SS. Rocco e Sebastiano (nella chiesa di S.Maria de Senioribus – oggi Teatro Alberti) e dell’Ospitale. La sede più antica di quest’ultimo fu la casa in Via Castello  già di proprietà del fabbro Camillo Berti. Per molto tempo la via fu detta proprio “dell’Ospedale”.
27 Luglio 1474 – con il suo testamento, steso dal notaio Gasparo de Andreis, certo Bertoldus Kagafocus si guadagna la fama di più antico benefattore dell’Ospitale. Successivamente l’Ospedale “vecchio” passa nelle case di Via del Crocefisso.
1854 – L’Ospedale viene spostato in Via Roma
1908 – Ancora uno spostamento, nella sede di Viale Gramsci, nello stabile che tuttora viene chiamato “l’Ospedale Vecchio” (e che attualmente ospita la Casa di Riposo “Pia Opera S.Angela Merici) – era un edificio costruito ex-novo, su disegno dell’architetto Domenico Melchiotti. E’ lì che l’Ospedale di Desenzano valorizzerà il suo ruolo di assistenza medico/chirurgica per spiccare il volo nella nuova, veramente nuova, struttura ospedaliera sulla collina di Montecroce.
1963 – L’Amministrazione dell’Ospedale di Desenzano dà avvio alle pratiche per la costruzione del “Nuovo Ospedale” in località Montecroce della stessa cittadina sulla sponda meridionale del lago di Garda. A quel tempo la Istituzione era denominata “Ospedale Civile Ss. Rocco e Sebastiano” e vi facevano capo ancora le funzioni propriamente sanitarie dell’Ospedale, unitamente a quelle assistenziali della Casa di Riposo, avendo sede nel centro della cittadina, nello stabile dove attualmente continua la sua attività la “Pia Opera S. Angela Merici” per l’assistenza agli anziani.
In quell’anno la struttura Ospedaliera era costituita da una Divisione di Chirurgia Generale con circa 80 posti letto, cui erano aggregati una sezione di “Maternità” di 30 posti letto ed “alcuni” altri letti per terapia medica.
Radiologia, Oculistica, e ORL si imperniavano su una consulenza medica bisettimanale.
1966 – Hanno inizio le opere di costruzione, utilizzando il primo finanziamento di iniziali £ 200.000.000, con un costo complessivo dell’opera stimato in £ 1.550.000.000.
1968 – Entra in vigore la nuova legge Ospedaliera n° 132, detta “Mariotti”, cui fecero seguito i Decreti Delegati di attuazione n° 128/129/130 datati 1969, che per certi aspetti hanno conservato validità fino a poco tempo fa. Le istituzioni ospedaliere vengono classificate e Desenzano diviene “Ente Ospedaliero – Ospedale Generale di Zona”.
1975 – Il Presidente della Giunta Regionale di Lombardia decreta la “fusione” con l’Ospedale di Lonato e l’Ente diviene ” Ente Ospedaliero provinciale di Desenzano/Lonato”.
8 gennaio 1978 – Inaugurazione del Nuovo Ospedale, sul Colle di Montecroce, con un costo pre-consuntivato di £ 9.085.000.000, pari a circa £ 18.350.000 per ognuno dei 495 posti letto.


 
Dal passato al futuro... un viaggio nel tempo dei templi della salute
Torna ai contenuti | Torna al menu