NAPOLI Ospedali riuniti per Bambini - Ospedali d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

NAPOLI Ospedali riuniti per Bambini

Ospedali Sud > Regione Campania > Napoli città > altri

I dati riportati erano stati postati, nel 2020,  sul sito dell'ASL Napoli Centro 1 (http://www.aslnapoli1centro.it/), ma oggi, il relativo link non è più raggiungibile pertanto se chi ci legge ha notizie ( certamente ci sono) e/o contatti da suggerirci non esiti da inviarcene comunicazione alla email:

ospedaliditalia@gmail.com


Ogni concreto aiuto ricevuto verrà poi riportato nella scheda di presentazione

Storico Ospedale materno-infantile della città di Napoli, ai sensi della normativa regionale ed aziendale è attualmente in via di riconversione in Presidio territoriale materno-infantile ad elevata integrazione ospedale-territorio dotato di Unità Complessa di Cure Primarie (UCCP) Pediatrica con bacino di utenza cittadino e sede del Dipartimento Integrato Ospedale-Territorio Materno-Infantile aziendale, cui fanno capo le Unità Operative di Tutela della Salute della Donna e Tutela della Salute del Bambino e dell'Adolescente e le Unità Operative di Ostetricia e Ginecologia, Neonatologia e TIN della ASL.
Al momento, il Presidio ospita anche una serie di attività gestite parzialmente o esclusivamente dall'AORN Santobono-Pausilipon, per effetto del succedersi di due Decreti Regionali (DCA) di cui il primo (DCA 50/2011) stabiliva il passaggio della SS. Annunziata dalla ASL Napoli 1 Centro all'AORN Santobono-Pausilipon mentre il secondo (DCA 28/2015) ne sancisce il rientro in ASL Napoli 1 Centro.
Tra le attività ancora gestite dalla AORN Santobono, vi è un reparto di Pediatria con 16 posti letto, un servizio diurno (ambulatorio e day hospital) di malattie metaboliche, un servizio diurno (ambulatorio e day hospital)  di auxoendocrinologia, un servizio diurno (ambulatorio e day hospital) di  otorinolaringoiatria, le attività ambulatoriali di odontoiatria e riabilitazione e il Centro Screening neonatale.
La ASL sta curando la riconversione del Presidio Ospedaliero ai sensi della normativa regionale ("realizzare un nuovo modello di integrazione Ospedale Territorio nell'area pediatrica,  " valorizzare l'antica vocazione materno-infantile del P.O. SS. Annunziata sito nel centro storico di Napoli rafforzandone il legame con il tessuto sociale di riferimento e aprire alle tematiche dell'integrazione sociale, multiculturale e multietnica i servizi resi alla popolazione pediatrica"). Al momento, nelle more della completa realizzazione della programmazione regionale ed aziendale, la ASL gestisce il Punto di Primo Soccorso Pediatrico (attivo 24 ore su 24 tutti i giorni dell'anno), i servizi di Oculistica Pediatrica, Cardiologia Neonatale e Pediatrica, Cardiologia per adulti, Dermatologia Pediatrica e per adulti, l'UOC Tutela della Salute della Donna con il Consultorio Familiare di II livello, la UOMI del DSB 31, il Nucleo di Neuropsichiatria Infantile del Distretto 31 all'interno del quale opera il Settore di Psicologia Clinica dell'età evolutiva, il Centro per le Famiglie, la Diagnostica per Immagini con una sezione dedicata all'Ecografia Pediatrica e il Laboratorio di Patologia clinica ad indirizzo pediatrico con centro prelievi.
L'Annunziata ospita altresì la Continuità Assistenziale e l'Ambulatorio STP (Stranieri Temporaneamente Presenti) del DSB .
La complessa transizione dall'AORN Santobono-Pausilipon alla ASL e la relativa coesistenza e condivisione di spazi e funzioni, il processo trasformativo di deospedalizzazione e implementazione dei nuovi modelli organizzativi, AFT e UCCP, nella loro declinazione pediatrica, il passaggio dalla maternità all'attività consultoriale con le sue molteplici funzioni sanitarie e sociali,  la dimensione sovradistrettuale cittadina in cui l'Annunziata è stata riconfermata dalle leggi regionali vigenti in continuità con la sua storia passata e recente,  l'apertura alle tematiche dell'integrazione sociale, multiculturale e multietnica, pongono rilevanti sfide alla Direzione e a tutti gli operatori impegnati nel processo di riconversione, vero e proprio laboratorio in cui realizzare, insieme con utenti e associazioni, la continuità tra assistenza, ricerca e cura.  



 
Dal passato al futuro... un viaggio nel tempo dei templi della salute
Torna ai contenuti | Torna al menu