MILANO Istituto Nazionale per lo studio e la cura dei tumori - Ospedali d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

MILANO Istituto Nazionale per lo studio e la cura dei tumori

Ospedali Nord Ovest > Regione Lombardia > Provincia Milano > Città-A-Z




L'Amministrazione ospedaliera ha condiviso con noi il contenuto della scheda

https://www.istitutotumori.mi.it/storia


Prima Istituto Nazionale Vittorio Emanuele III per la cura del cancro poi  IST

Nei primi del ‘900 molte erano le malattie di rilevante impatto sociale: tubercolosi, malaria, sifilide, tifo e tra queste incominciava ad essere annoverato il cancro, della cui diffusione si prendeva coscienza anche in seguito al processo di industrializzazione, che portò a un cambiamento nei ritmi e negli stili di vita e di lavoro di milioni di italiani.
I primi reparti furono inaugurati il 12 aprile 1928; la biblioteca, ancora oggi un vanto, contava nel 1929 più di cento riviste in abbonamento. Nel 1929 INT ha ricevuto il riconoscimento di Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS).
Nel 1968 fu inaugurato il grande complesso attuale, il monoblocco di 12 piani, destinati a reparti chirurgici, radiologici e di ricerca. Le aule di insegnamento e alcuni reparti di degenza restarono nella vecchia sede, opportunamente ammodernata.
Nel 1978, in occasione della celebrazione dei cinquant’annidi attività, l’INT  è stato inserito in un circuito di istituzioni di ricerca a livello mondiale, e i l Corriere intitolava “combatte da cinquant’anni la guerra del secolo”. Il 27 aprile 2006, con l’insediamento del nuovo Consiglio di amministrazione, l’INT ha cambiato denominazione divenendo una fondazione di diritto pubblico., la Fondazione IRCCS “Istituto Nazionale dei Tumori”. Nella ragione sociale non appaiono più le parole “studio e “cura” che continuano comunque a caratterizzare l’immagine di INT, ma nella realtà resta un Istituto dove lo studio dei Tumori, la loro patogenesi e la loro cura sono la ragione ultima, di tutti coloro che vi operano.
Dopo numerosi interventi di ingrandimento e ristrutturazione a partire dagli anni ’50 fino ad arrivare ad oggi, l’Istituto impiega attualmente oltre 2000 unità tra medici , ricercatori sperimentali, infermieri, tecnici e personale amministrativo.
Numerose sperimentazioni cliniche hanno caratterizzato l’Istituto, dove sono state poste molte pietre miliari della storia dell’oncologia e, ancora oggi, diversi schemi di terapia e tecniche di intervento restano le uniche opzioni valide per il trattamento di lacune neoplasie. In anni più recenti, l’INT è stato il primo in Italia a condurre ricerche sulla caratterizzazione biologica e molecolare dei tumori, che hanno portato all’identificazione di oncogeni all’origine del cancro alla tiroide e di nuovi biomarcatori.

Testo: Dal male oscuro alla malattia curabile: Storia dell'INT di Milano - Patrizia Placucci - Editori Laterza -1995



 
Dal passato al futuro... un viaggio nel tempo dei templi della salute
Torna ai contenuti | Torna al menu