LOVERE SS Capitanio e Gerosa - ospedali d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

LOVERE SS Capitanio e Gerosa

Ospedali Nord Ovest > Regione Lombardia > Bergamo provincia

Di questo ospedale, nel Web, abbiamo trovato solo il link di Wikipedia che, ci teniamo a sottolineare
non dà garanzie sulla validità dei contenuti
Il progetto è ospitato dalla Wikimedia Foundation, che non può essere ritenuta responsabile di eventuali errori contenuti nel sito.
Ogni contributore è responsabile dei propri inserimenti.

Il lavoro che,  in questo momento,  stiamo facendo è quello di contattare sia  le Amministrazioni locali sia le strutture sanitarie ad essi afferenti  nella speranza di trovare, soprattutto, l’aiuto di qualche Amministratore che, come abbiamo avuto modo di verificare,  prenda a cuore questo progetto che, ad oggi, non ha eguali se non nel Testo “Ospedalità antica in Sicilia” del Prof. Mario Alberghina dell’Università di Catania che ben vent’anni fa ha svolto una ricerca, appunto,  su tutti gli Ospedali siciliani.
Naturalmente se chi ci legge ha notizie e/o contatti da suggerirci non esiti da inviarcene comunicazione alla email :

ospedaliditalia@gmail.com


Ogni concreto aiuto ricevuto verrà poi riportato nella scheda di presentazione



https://it.wikipedia.org/wiki/Ospedale_Sante_Capitanio_e_Gerosa


Nel 1823 la famiglia Gerosa donò alla Congregazione di Carità Loverese "un corpo di case con brolo" nei pressi di Porta Seriana (vicino all' attuale Santuario) con l'obiettivo di realizzare un Ospedale per "infermi cronici e miserabili".
Tale nosocomio fu aperto agli ammalati il 1° dicembre 1826.
Trascorsi alcuni decenni, la struttura si rivelò insufficiente rispetto alle esigenze della popolazione. Fu così che all'inizio del Novecento, in seno alla Congregazione di Carità, maturò la decisione di trasferire il luogo di cura nella nuova ed ancora attuale sede.
L'opera fu realizzata grazie alle cospicue offerte raccolte nel paese. I lavori iniziarono nel 1906 e si conclusero nel 1912, anno dell'inaugurazione. Poco dopo, l'Ospedale fu intitolato alle Sante Loveresi Bartolomea Capitanio e Vincenza Gerosa.
L'originario edificio fu ampliato una prima volta negli anni sessanta con un nuovo fabbricato. All'inizio del duemila sono stati realizzati un modernissimo blocco operatorio, nuovi impianti tecnologici ed una sezione di degenza per la Riabilitazione Generale Geriatrica. Dal 2004 è funzionante un Centro di Dialisi ad assistenza limitata.


 
Dal passato al futuro... un viaggio nel tempo dei templi della salute
Torna ai contenuti | Torna al menu