GANGI - Ospedali d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

GANGI

Ospedali Isole maggiori > Regione Sicilia > Provincia Palermo > Palermo provincia

La scheda deriva integralmente dal testo  “Ospedalità antica in Sicilia” del Prof. Mario Alberghina dell’Università di Catania che ben vent’anni fa ha svolto una ricerca su tutti gli Ospedali siciliani. Da noi contattato non ha esitato, oltre a farci dono del testo, a darci la completa disponibilità ad attingere al volume riportandone fedelmente i contenuti.
Vogliamo aggiungere che, fino ad ora, a parte la nostra iniziativa di raccogliere la storia degli ospedali italiani, il volume del Prof. Alberghina è unico nel suo genere.


Una struttura assistenziale moderna è presso la chiesa del Carmine con annesso convento, forse continuazione di un ospedale più antico. La costruzione dell'edificio attuale è iniziata prima del 1860 grazie ai lasciti di F. Paolo Termine, risultati troppo esigui per portare a compimento l'opera. I lavori furono ripresi nel 1862 e ultimati nel 1864 su disegno dell'architetto Benedetto Verderame da Palermo. L'ospedale si reggeva attraverso le rendite del Monte frumentario, un istituto di credito nato nel 1829 e basato su derrate in natura, le cui rendite venivano destinate all'attività assistenziale. L'edificio si compone di due ali di fabbricato ad angolo quasi retto. Il piano livello a di strada era adibito ad ambulatorio con sale di aspetto, di ricezione e di medicatura. Al piano terreno prospiciente erano presenti una cucina e una lavanderia. Al piano superiore erano presenti quattro saloni, due per ogni ala del fabbricato, adibiti rispettivamente a reparti di medicina e chirurgia, per uomini e per donne. All'angolo tra i due reparti, e quindi tra le due ali di fabbricato, era presente una sala operatoria che ancora oggi conserva le strutture murarie tipiche di una sala operatoria del tempo. Nel 1954 l'infermeria contava su 18 posti letto.

 
Dal passato al futuro... un viaggio nel tempo dei templi della salute
Torna ai contenuti | Torna al menu