MODIGLIANA Ospedale dei Poveri di Cristo - ospedali d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

MODIGLIANA Ospedale dei Poveri di Cristo

Ospedali Nord est > Regione Emilia Romagna > Rimini e provincia


Questa scheda proviene dal Catalogo digitale del Patrimonio Culturale dell'Emilia Romagna pubblicato sul  sito "https://bbcc.ibc.regione.emilia-romagna.it/ " ;

https://bbcc.ibc.regione.emilia-romagna.it/pater/loadcard.do?id_card=56757


Istituito dal Cav.Niccolo’ Ronconi, patrizio modiglianese, nel 1722 “onde formare un ricovero dove fossero sovvenuti li poveri infermi di Modigliana a quella guisa che allo spedaletto della Riva erano soccorsi li poveri forestieri”, l’ospedale Poveri di Cristo accorpò due ricoveri precedenti in un’unica istituzione, incrementata dal granduca Leopoldo con i proventi delle congregazioni religiose soppresse nel 1785.
Nel 1890 vi fu nominato medico primario Enrico Magagni, allievo della clinica bolognese. Autore di alcuni scritti sull’Ospedale  si fece promotore di ampliamenti e restauri destinati ad adeguare la struttura alle istituzioni sanitarie dell’epoca. Il cantiere si concluse nel 1899, grazie alle sovvenzioni di “S.M.la Regina Margherita, di Maria Galeati [della] vedova Somieri, di Giulio Frappoli e del Cav.Lorenzo Savelli…Per dare un’idea dell’importanza dei lavori eseguiti, basterà accennare che gabinetto del medico, cappella, stanza mortuaria e latrine furono rifatte in più proprio luogo ed in più idonea forma; riformati radicalmente i saloni delle infermerie; costruite di nuovo le stanze di isolamento con ingegnoso comune accesso al giardino; fatto lo scalone per salire al quartiere operatorio, e tutto il quartiere medesimo composto di 5 ambienti; rifatto l’atrio di sud e trasformato l’atrio di ingresso con accessi al bagno ed all’ambulatorio…pavimentato tutto lo spedale a mosaico e verniciati ad olio i muri”.


 
Dal passato al futuro... un viaggio nel tempo dei templi della salute
Torna ai contenuti | Torna al menu