CASTEL GOFFREDO Ospedale civile ora Fondazione Maugeri - ospedali d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

CASTEL GOFFREDO Ospedale civile ora Fondazione Maugeri

Ospedali Nord Ovest > Regione Lombardia > Mantova provincia

Di questo ospedale, nel Web, abbiamo trovato solo il link di Wikipedia che, ci teniamo a sottolineare non dà garanzie sulla validità dei contenuti
Il progetto è ospitato dalla Wikimedia Foundation, che non può essere ritenuta responsabile di eventuali errori contenuti nel sito.
Ogni contributore è responsabile dei propri inserimenti.


Il lavoro che,  in questo momento,  stiamo facendo è quello di contattare sia  le Amministrazioni locali sia le strutture sanitarie ad essi afferenti  nella speranza di trovare, soprattutto, l’aiuto di qualche Amministratore che, come abbiamo avuto modo di verificare,  prenda a cuore questo progetto che, ad oggi, non ha eguali se non nel Testo “Ospedalità antica in Sicilia” del Prof. Mario Alberghina dell’Università di Catania che ben vent’anni fa ha svolto una ricerca, appunto,  su tutti gli Ospedali siciliani.
Naturalmente se chi ci legge ha notizie e/o contatti da suggerirci non esiti da inviarcene comunicazione alla email :

ospedaliditalia@gmail.com


Ogni concreto aiuto ricevuto verrà poi riportato nella scheda di presentazione


https://it.wikipedia.org/wiki/Ospedale_Vecchio_(Castel_Goffredo)#p-search


L’Ospedale Vecchio è un edificio storico situato nel centro di Castel Goffredo È rimasto in funzione fino al 1964, quando i reparti sono stati trasferiti nell’Ospedale Civile, alla periferia della città.
L’origine dell’ospedale di Castel Goffredo risale al XIII secolo. Fin dal 1288 era presente in loco una “Congregazione per Mutuo Soccorso” Questa congregazione si chiamava Congregazione di Santa Maria di Castel Goffredo, che utilizzò come propria sede la Chiesa di Santa Maria del Consorzio, ora scomparsa. Con i beni lasciati in eredità la società istituì nel 1400 circa il loco de le sorele e de li fratelli infermi. Nel 1461 operava già nel borgo il dottore-fisico Stefano de’ Negrini e nel 1477 Alessandro de’ Gezi di Cremona. Nel 1479 vi fu una divisione del territorio di Castel Goffredo per quanto concerneva il diritto di cura degli ammalati
Nel 1526 il marchese di Castel Goffredo Aloisio Gonzaga fece curare nel piccolo ospedale le sue militie che combatterono a Governolo.
Nel 1603 un privilegio del duca di Mantova Vincenzo I Gonzaga sanciva il possesso del comune sulla speciaria et hospitio. Nel 1629 l’ospedale accolse gli appestati contagiati dai lanzichenecchi che fuggivano dai Crocioni di Casaloldo.
Nel 1784 l’ospedale venne ampliato dalla congregazione che nel frattempo aveva assunto il nome di “Consorzio dei poveri”. In quell’anno il Commissario del Benaco soppresse la compagnia, il cui patrimonio venne amministrato dal Comune sino al 1807, quando Napoleone Bonaparte istituì le Congregazioni di carità.
Il 24 giugno 1859 Castel Goffredo veniva occupato dalle truppe francesi e molti feriti della conseguente battaglia di Solferino e San Martino furono curati nell’edificio ospedaliero.
L’Ospedale Vecchio operò sino nel settembre 1964, anno in cui venne inaugurato il nuovo nosocomio alle porte della città, tuttora funzionante, dal 1990, come Istituto Scientifico di Riabilitazione di Castel Goffredo.



 
Dal passato al futuro... un viaggio nel tempo dei templi della salute
Torna ai contenuti | Torna al menu