CALTANISETTA Ospedale Vittorio Emanuele - Ospedali d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

CALTANISETTA Ospedale Vittorio Emanuele

Ospedali Isole maggiori > Regione Sicilia > Provincia Caltanisetta

Il contenuto della scheda deriva dalla fusione di due lavori. Il primo proviene da  "https://it.wikipedia.org/wiki/Ospedale_Vittorio_Emanuele_II_(Caltanissetta)", mentre il secondo dal Testo: ospedalità antica in Sicilia un millennio di medicina e assistenza sanitaria del Prof. Alberghina Mario

Nel 1867 a seguito dello scoppio di un'epidemia di colera, il prefetto ordinò l'allestimento di un nosocomio nell'ex convento cappuccino di contrada Pigni, in sostituzione del vecchio ospedale pubblico "Monte di Pietà", ospitato nel convento dei frati minori riformati annesso alla chiesa di sant'Antonio Abate (demolita nel 1916 per far posto al palazzo delle Poste). Il nuovo ospedale fu inaugurato il 14 marzo 1868 e intitolato al re Vittorio Emanuele II di Savoia che quel giorno compiva 48 anni.
All'inizio del XX secolo l'ex convento fu profondamente ampliato e trasformato in adeguamento ai nuovi regolamenti governativi in materia di sanità. Fu realizzato un nuovo corpo alla fine della facciata principale, furono demolite le celle dei frati per far posto a un unico ampio cortile, fu aggiunto un intero piano. Nella seconda metà del Novecento non rimaneva quasi niente del vecchio convento.
Tra gli anni sessanta e settanta venne realizzato il nuovo ospedale Sant'Elia per rispondere all'esigenza di creare una nuova struttura sanitaria adeguata; il trasferimento dal "Vittorio Emanuele" al "Sant'Elia" si concluse nel 1979,  e il vecchio ospedale venne abbandonato. Nei primi anni duemila furono iniziati i lavori di restauro che però non giunsero mai a termine. Oggi parte dell'edificio ospita alcuni uffici amministrativi del presidio sanitario di Caltanissetta, mentre il resto versa in uno stato di semi-abbandono.


 
Dal passato al futuro... un viaggio nel tempo dei templi della salute
Torna ai contenuti | Torna al menu