RIVOLTA D’ADDA Ospedale S. Marta - ospedali d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

RIVOLTA D’ADDA Ospedale S. Marta

Ospedali Nord Ovest > Regione Lombardia > Cremona provincia



Il contenuto di questa scheda deriva da una pubblicazione del Centro ricerca Alfredo Galmozzi -www.centrogalmozzi.it -  ( fondato dal Comune di Crema, dalla Provincia di Cremona, dai sindacati Cigil, Cisl e Uil, da Coop Lombardia, dal Centro Ricerca Cremasco e dalla famiglia Galmozzi con lo scopo di tutelare e promuovere la memoria storica del territorio cremasco nel XX e XXI secolo) del 2018 dal titolo "avrò cura di te" curato da Nicoletta Bigatti e riportante storie e attualità dell'Azienda Ospedaliera di Crema

Il primo documento che fa cenno alla presenza di un “ospitale” in quel di Rivolta d’Adda risale al 1345, anche se Ludovico Antonio Muratori ne attesti l’esistenza fin dal 1200.
Risulta un ampliamento nel 1522 e un rifacimento nel 1908.
Negli anni 30 nasce il nuovo ospedale completato nel 1959
Tra gli anni 60 e 70 si rischia la chiusura ma tutta una serie di iniziative locali porta ad un rilancio con la deliberazione di ampliamento nel 1972 ; i lavori si conclusero negli anni 80.
Agli inizi degli anni 90  si rimise ancora in discussione la sua esistenza; nel 1993 si ricostituisce il comitato di difesa dell’Ospedale ma inutilmente. I piani regionali hanno ormai deciso la trasformazione da ospedale per acuti a centro riabilitativo che si concretizza definitivamente nel 2004 con la chiusura definitiva del pronto Soccorso.

 
Dal passato al futuro... un viaggio nel tempo dei templi della salute
Torna ai contenuti | Torna al menu