PRATO Ospedale della Misericordia - ospedali d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

PRATO Ospedale della Misericordia

Ospedali Centro > Regione Toscana > Firenze provincia

Questa scheda ci è stata suggerita dall’Archivio di Stato di Prato che ha fornito anche gli estremi dell’inventario storico dell’ospedale che potete scaricare da questo link :

https://inventari.san.beniculturali.it/inventari/852/pdf


http://www.archiviodistato.prato.it/accedi-e-consulta/aspoAuth001/scheda/IT-ASPO-SP00001-0000052/Ospedale-della-Misericordia-di-Prato


Fondato presso Porta Fuia agli inizi del Duecento, pochi anni più tardi appare già ben strutturato e funzionante con una "famiglia" guidata da un priore eletto a vita e composta da frati, oblati e conversi. In questo periodo l'attività dell'Ospedale si limitava all'assistenza dei poveri e dei pellegrini, ma già alla metà del secolo è testimoniata l'accoglienza di bambini abbandonati. Con il passaggio sotto la giurisdizione del Comune, che avocò a se la nomina degli spedalinghi e il controllo dell'organizzazione interna e della gestione patrimoniale, l'ospedale si distinse ben presto per ricchezza di patrimonio, ricchezza legata soprattutto ai cospicui lasciti ed ai vantaggi e privilegi concessi. Tuttavia, dagli inizi del Cinquecento, la Misericordia subì un notevole tracollo economico, legato in particolare al sacco del 1512 operato dalle truppe spagnole. Proprio per rimediare a tale dissesto nel 1545 il granduca Cosimo I Medici ne decretò l'unificazione con l'Ospedale di San Silvestro.

Fonti: Giuseppe Bologni, "Gli antichi spedali della Terra di Prato. Lo Spedale della Misericordia", vol. II, Masso delle Fate, Firenze, 1995; Francesca Carrara, Maria Pia Mannini, "Lo Spedale della Misericordia e Dolce di Prato. Storia e collezioni", Masso delle Fate, Firenze, 1993.


 
Dal passato al futuro... un viaggio nel tempo dei templi della salute
Torna ai contenuti | Torna al menu