VOGHERA Ospedale civile - Ospedali d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

VOGHERA Ospedale civile

Ospedali Nord Ovest > Regione Lombardia > Provincia Pavia > Ospedali operativi

        

Ringraziamo l'Amministrazione ospedaliera ASST Pavia, ufficio URP, per l'autorizzazione alla pubblicazione dei dati riportati

https://www.asst-pavia.it/node/49


La più antica istituzione di assistenza in Voghera è rappresentata dall'Ospedale dei trovatelli di San Bovo che sorgeva fuori le mura della città, in Borgo San Pietro.
Questo ospedale era attiguo ad una Chiesa dedicata a San Bovo della cui esistenza si ha notizia in un atto del 1185.

Nel 1380, la Pia Confraternita del Gonfalone, detta anche “dei raccomandati” o “battuti” di Santa Maria, ebbe licenza di edificare un ospedale per ricoverare i pellegrini. Nel 1820 l’Ospedale veniva separato dalla Chiesa e venivano nominati i membri del Consiglio di Amministrazione.
Nel 1814 fu ripristinata l’antica Confraternita che regolò l’ospedale fino al 27 Novembre 1820 quando, con RD, fu definitivamente soppressa e sostituita da un consiglio di amministrazione costituito da nove deputati laici.
Nel 1840 si iniziò la costruzione del nuovo Ospedale (sede attuale dell’Ospedale).
Il DR 19 agosto 1851 affida l'ospedale alla Congregazione di Carità;
La legge 3 giugno 1937 n° 847 l’Amministrazione dell’Ospedale passò l’ECA, mentre il DPR 898 11/7/1969 lo dichiara Ente Ospedaliero incorporando l'Istituto di Maternità San Bovo
Nel 1980 l’Ospedale entrò a far parte della U.S.S.L. 79.
Dal febbraio 2002 la struttura è confluita nella nuova Azienda Ospedaliera della provincia di Pavia.



 
Dal passato al futuro... un viaggio nel tempo dei templi della salute
Torna ai contenuti | Torna al menu