Ospedale San Leonardo - ospedali d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ospedale San Leonardo

Ospedali Nord est > Regione Veneto > Treviso città

Di questo ospedale, nel Web, abbiamo trovato solo il link di Wikipedia che, ci teniamo a sottolineare non dà garanzie sulla validità dei contenuti
Il progetto è ospitato dalla Wikimedia Foundation, che non può essere ritenuta responsabile di eventuali errori contenuti nel sito.
Ogni contributore è responsabile dei propri inserimenti.


Il lavoro che,  in questo momento,  stiamo facendo è quello di contattare sia  le Amministrazioni locali sia le strutture sanitarie ad essi afferenti  nella speranza di trovare, soprattutto, l’aiuto di qualche Amministratore che, come abbiamo avuto modo di verificare,  prenda a cuore questo progetto che, ad oggi, non ha eguali se non nel Testo “Ospedalità antica in Sicilia” del Prof. Mario Alberghina dell’Università di Catania che ben vent’anni fa ha svolto una ricerca, appunto,  su tutti gli Ospedali siciliani.

Naturalmente se chi ci legge ha notizie e/o contatti da suggerirci non esiti da inviarcene comunicazione alla email :

ospedaliditalia@gmail.com


Ogni concreto aiuto ricevuto verrà poi riportato nella scheda di presentazione


https://it.wikipedia.org/wiki/Ex_ospedale_civile_di_San_Leonardo


Nel 1332, dovendo far posto al fortilizio voluto da Mastino della Scala, la Scuola di Santa Maria dei Battuti, un ordine di flagellanti, stipulò un contratto di acquisto di un «sedime», sempre in riva al Sile, nella contrada di San Pancrazio (anche nota con il nome di contrada di San Leonardo) per costruirvi il nuovo ospedale.
Importanti lavori furono intrapresi nel Cinquecento, quando fu costruito un nuovo edificio.
Nel 1795 la facciata che dà sul Sile, esempio di gotico trecentesco, fu demolita e sostituita con l'attuale, neoclassica. Nel primo Ottocento si effettuarono altri interventi sia negli interno, sia nel cortile. Anche la facciata cinquecentesca, tra l'Otto e il Novecento fu sostanzialmente ricostruita.
Dal 1834 al 1866 l'ospedale ospitò anche la dogana, motivo per cui il fabbricato prospiciente il fiume è detto talvolta “Palazzo della Dogana”, denominazione imprecisa visto che solo alcuni ambienti dell'ospedale ospitarono la dogana, peraltro per soli trent'anni.
Nel 1852 entrarono nell'ospedale le suore Dorotee.


 
Dal passato al futuro... un viaggio nel tempo dei templi della salute
Torna ai contenuti | Torna al menu