Ospedale S. Andrea - ospedali d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ospedale S. Andrea

Ospedali Nord Ovest > Regione Liguria > La Spezia e provincia



Di questo ospedale, nel Web, abbiamo trovato solo il link di Wikipedia che, ci teniamo a sottolineare non dà garanzie sulla validità dei contenuti
Il progetto è ospitato dalla Wikimedia Foundation, che non può essere ritenuta responsabile di eventuali errori contenuti nel sito.
Ogni contributore è responsabile dei propri inserimenti.


Il lavoro che,  in questo momento,  stiamo facendo è quello di contattare sia  le Amministrazioni locali sia le strutture sanitarie ad essi afferenti  nella speranza di trovare, soprattutto, l’aiuto di qualche Amministratore che, come abbiamo avuto modo di verificare,  prenda a cuore questo progetto che, ad oggi, non ha eguali se non nel Testo “Ospedalità antica in Sicilia” del Prof. Mario Alberghina dell’Università di Catania che ben vent’anni fa ha svolto una ricerca, appunto,  su tutti gli Ospedali siciliani.
Naturalmente se chi ci legge ha notizie e/o contatti da suggerirci non esiti da inviarcene comunicazione alla email :

ospedaliditalia@gmail.com


Ogni concreto aiuto ricevuto verrà poi riportato nella scheda di presentazione


http://www.wikispedia.it/mediawiki/index.php?title=OSPEDALE_SANT%27ANDREA_LA_SPEZIA


Nel 1480 la Confraternita della Santissima Annunziata, che aveva sede in un oratorio posto immediatamente a levante della chiesa di Santa Maria, assume l'iniziativa di dare vita al primo ospedale cittadino.
La struttura trova sede nell'oratorio di Sant'Andrea, collocato giusto presso la porta di Biassa, a monte.
Per questo, l'ospedale é chiamato da tutti "di Sant'Andrea", anche se la confraternita l'aveva chiamato di Santa Maria. Ma l'uso popolare ha il sopravvento e Sant'Andrea si mantiene fino ai giorni nostri. In quella sede l'ospedale resta fino al 1804 quando viene trasferito all'interno del convento dei monaci di San Francesco di Paola, i Paolotti. Il convento era stato convertito al civile nel 1798 ed adibito a ospedale militare.
Oggi l'edificio, elegantemente ristrutturato, ospita da qualche anno il prestigioso Museo cittadino "Amedeo Lia". Nel 1806 la situazione viene ufficializzata con lo scambio fra Stato e comune di immobili: la Spezia ottiene il convento e cede l'antico oratorio di Sant'Andrea che viene convertito in Commissariato di Marina.
Il nuovo ospedale mostra ben presto i suoi limiti (insalubrità, inadeguatezza, incapacità ricettiva) e nel 1908 (i lavori di costruzione avevano avuto inizio nel giugno di quattro anni prima) viene trasferito nella sede attuale di San Cipriano, dopo un dibattito ventennale sulla nuova destinazione.


 
Dal passato al futuro... un viaggio nel tempo dei templi della salute
Torna ai contenuti | Torna al menu