Ospedale Nifontano - ospedali d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ospedale Nifontano

Ospedali Nord Ovest > Regione Lombardia > Varese Città

Le informazioni di questa scheda derivano dal SIUSA
Il Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche, noto con l'acronimo SIUSA, si propone come punto di accesso primario per la consultazione e la ricerca del patrimonio archivistico non statale, pubblico e privato, conservato al di fuori degli Archivi di Stato.
Andate alla sezione link per maggiori informazioni relativamente alle competenze e copyright



https://siusa.archivi.beniculturali.it/cgi-bin/siusa/pagina.pl?TipoPag=cons&Chiave=14245&RicSez=conservatori&RicVM=ricercasemplice&RicProgetto=reg%2dlom&RicFrmRicSemplice=ospedali


“Im Wasser ist Heil” (nell’acqua è la salvezza) è il motto scolpito sull’antica fontana di Bad Peterstal, grazioso paesino della Foresta Nera.
Lo pensava anche il frate ospitaliero Alberto da Brignano quando decise di aprire, nel XII secolo, il primo ospedale varesino nella frazione bostese del Nifontano, dove appunto si trovavano nove fonti, preziose per l’igiene sanitaria. Porta la data del 15 maggio del 1173  l’atto notarile, redatto in latino, con cui “frate Albertus qui dicitur de Brignano” fondò l’ospedale che, nel 1347, fu ampliato grazie a lasciti e donazioni (Tre anni prima del 1173 aveva aperto un altro ricovero per malati e pellegrini nella frazione Molina di Barasso, nei pressi del Fontanone, una grossa sorgente d’acqua).  
Le cure erano prestate da conversi e suore che, nel tempo libero, erano tenuti a lavorare la terra. Siccome da un certo momento la regola non fu rispettata e, al contrario, il “personale ospedaliero” si dava alla bella vita, nel disinteresse dell’amministrazione, l’ospedale decadde al punto di non offrire più né un ricovero né, tanto meno, un’assistenza sanitaria.
Cessò di esistere “de iure” il 19 novembre del 1567 quando l’arcivescovo Carlo Borromeo decretò l’accorpamento della struttura con l’Ospedale di San Giovanni.


 
Dal passato al futuro... un viaggio nel tempo dei templi della salute
Torna ai contenuti | Torna al menu