Ospedale del Brolo - ospedali d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ospedale del Brolo

Ospedali Nord Ovest > Regione Lombardia > Milano città



Di questo ospedale, nel Web, abbiamo trovato solo il link di Wikipedia che, ci teniamo a sottolineare, non dà garanzie sulla validità dei contenuti

Il progetto è ospitato dalla Wikimedia Foundation, che non può essere ritenuta responsabile di eventuali errori contenuti nel sito.
Ogni contributore è responsabile dei propri inserimenti.

Il lavoro che,  in questo momento,  stiamo facendo è quello di contattare sia  le Amministrazioni locali sia le strutture sanitarie ad essi afferenti  nella speranza di trovare, soprattutto, l’aiuto di qualche Amministratore che, come abbiamo avuto modo di verificare,  prenda a cuore questo progetto che, ad oggi, non ha eguali se non nel Testo “Ospedalità antica in Sicilia” del Prof. Mario Alberghina dell’Università di Catania che ben vent’anni fa ha svolto una ricerca, appunto,  su tutti gli Ospedali siciliani.
Naturalmente se chi ci legge ha notizie e/o contatti da suggerirci non esiti da inviarcene comunicazione alla email:  

ospedaliditalia@gmail.com


Ogni concreto aiuto ricevuto verrà poi riportato nella scheda di presentazione





https://it.wikipedia.org/wiki/Ospedali_di_Milano


Il più antico ospedale milanese al servizio dell'intera città di cui è rimasta traccia documentata è l'ospedale del Brolo. Fondato nel 1158, quattro anni prima della distruzione della città da parte di Federico Barbarossa, funzionò per oltre tre secoli. Venne istituito dall'unione di due ospedali: l'ospedale di San Barnaba in Brolo, fondato nel 1145 da Goffredo da Bussero, e l'ospedale di Santo Stefano alla ruota.  L'ospedale del Brolo sorgeva nei pressi della moderna basilica di Santo Stefano Maggiore, all'esterno delle mura di Milano ma entro la Cerchia dei Navigli, ovvero al fossato reso navigabile delle mura medievali di Milano. L'ospedale era finanziato dalla donazioni dei milanesi, le più cospicue delle quali erano quelle di Bernabò Visconti, che il 22 marzo 1359 donò all'ospedale diversi terreni dell'area di Lodi e di Cremona con relativi privilegi comprendenti la riscossione delle decime. Verso gli ospedali di Milano non convergevano solo i malati gravi della città, ma anche parte di quelli della sua provincia.
L'ospedale del Brolo cedette il suo ruolo primario dopo il 1456 alla Ca' Granda che divenne, per incorporazioni di altre opere benefiche e per lasciti e donazioni, una delle più importanti istituzioni milanesi.


 
Dal passato al futuro... un viaggio nel tempo dei templi della salute
Torna ai contenuti | Torna al menu