ex Ospedale psichiatrico Bizzozero - ospedali d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

ex Ospedale psichiatrico Bizzozero

Ospedali Nord Ovest > Regione Lombardia > Varese Città

La testata online " Varese news - https://www.varesenews.it/ " pubblica, in occasione della presentazione del testo :

‘’L’Ospedale Neuro-Psichiatrico di Varese. Una storia dimenticata- Paolo Cottini " voluto dall’Azienda Sanitaria Locale della provincia di Varese

all'URL  https://www.varesenews.it/2001/12/un-volume-per-la-storia-dell-ex-ospedale-psichiatrico-di-bizzozero/262761/# l'articolo riporta alcuni passi che riteniamo attinenti al nostro lavoro di ricerca

Possenti platani che scortano i passanti lungo i viali d’accesso, lo sfondo dominato da un’imponente torre futuristica. E’ innegabile che la via d’accesso all’ex ospedale neuro-psichiatrico, oggi sede dell’ASL, nella volontà dei suoi progetti doveva annunciare qualche cosa di importante, una struttura che, nella neonata provincia di Varese, non aveva eguali. Fra il 1935 e il 1939, in un’area nella zona di Bizzozzero di 32 mila metri quadrati, veniva infatti realizzata la cittadella della psichiatria, capace di ospitare a pieno regime fino a 1200 pazienti. Un progetto notevole, realizzato da tre ingegneri dell’Ufficio tecnico dell’Ente Provinciale: Virginio Coltro, Filippo Bianchi e Luigi Cassani .
Per anni  le vicende riguardanti questa importante istituzione sono state messe da parte. All’esilio fisico dei pazienti ricoverati allo psichiatrico, corrispose un esilio della memoria, della cronaca, della vita che, seppur separata dal corpo della città, fluiva in questa autarchica cittadella. Con i contributi di Giuseppe Armocida, Paolo Cottini, Angelo Del Corso, Enzo R. Laforgia e Giuseppe Lodigiani quella storia è stata ricostruita in tutti i suoi aspetti: clinico, storico, architettonico-ingegneristico, botanico, con un interessante apparato di appendici.

Sarà nostra premura recuperare il testo per sintetizzarne la storia ma se chi ci legge ha notizie e/o contatti da suggerirci non esiti ad inviarcene comunicazione alla e-mail :

ospedaliditalia@gmail.com


Ogni concreto aiuto ricevuto verrà poi riportato nella scheda di presentazione



 
Dal passato al futuro... un viaggio nel tempo dei templi della salute
Torna ai contenuti | Torna al menu